dimagrire senza rinunce

La patata – Energia e poche calorie

E’ un alimento tutt’altro che povero. Ha circa il 75-80% di acqua ed è ricca di zuccheri, vitamine e sali.
E’ una buona fonte di energia per l’organismo in quanto contiene circa il 15% di amidi e zuccheri complessi.

Poche sono le proteine e di scarso valore biologico, vanno quindi abbinate a carne o pesce per ottenere un piatto completo.

Quasi completamente assenti i grassi, che rendono così le patate un alimento poco calorico (contrariamente al pensiero comune).

100 gr. di patate bollite hanno solo 83 calorie, ovviamente cotture particolari (come la frittura) modificano sensibilmente le calorie di questo alimento; per es. le patate arrosto arrivano a 150 calorie e quelle fritte a 188. Assolutamente da evitare le patatine in sacchetto che arrivano addirittura a 537 calorie. Attenzione anche a preparazioni come il purè, che con burro e latte raggiunge le 170 calorie per 100 gr.

Le patate hanno grandi quantità di vitamine B e C, magnesio, fosforo e potassio e sono dunque altamente energetiche.

Dal punto di vista nutrizionale le patate sono conosciute principalmente per l’alto contenuto in carboidrati (circa 26 grammi in una patata di 150 g, cioè medie dimensioni), presenti principalmente sotto forma di amidi.

Le patate sono spesso escluse dalle diete a basso indice glicemico, in quanto si ritiene che possiedano un’alta quantità di zuccheri. In realtà l’indice glicemico delle patate varia in maniera considerevole a seconda della loro varietà (patata a buccia rossa, a pasta bianca, eccetera), della loro origine (zona di coltivazione), della preparazione (metodo di cottura, se consumata fredda o calda, in purè, a tocchetti o intera ecc.), e degli altri cibi con cui si accompagna (salse ricche di grassi o ad alto contenuto proteico).

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


quattro × = 4