dimagrire senza rinunce

Camminare lento il segreto per bruciare calorie!

Il movimento è sicuramente un ottimo alleato delle diete. Abbinare un regime alimentare ipocalorico ad un aumento dell’attività motoria è sicuramente la carta vincente per poter perdere peso.

Sembra però che non sia necessario impegnarsi in estenuanti sedute in palestra, ma basti un’attività più leggera, come camminare, per ottenere già un discreto risultato.

Inoltre sembra che camminare lentamente sia il segreto per bruciare più calorie.

E’ uno studio tutto italiano, quello del dott. Claudio Maffeis, docente di clinica pediatrica dell’Università di Verona e responsabile dello studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology secondo il quale il miglior rimedio per bruciare i grassi sia la “Camminata costante di 4 chilometri all’ora”.

La camminata a 4 Km all’ora, che corrisponde alla velocità tenuta mentre si porta a passeggio il cane o quando si fa una passeggiata, è facilmente praticabile da chiunque ed ovunque ed ha il vantaggio che il 40% delle calorie bruciate deriva dai grassi.

Aumentando la velocità, pur aumentando il consumo di calorie, la percentuale di grassi bruciati si riduce: a 6 km/ora, ad esempio, il consumo di grassi si ferma attorno al 20%”

Una camminata di 40 minuti brucia 150 calorie e 6 grammi i grasso, se aumentiamo la velocità a 6 Km all’ora bruciamo 150 calorie in soli 27 minuti, ma la quantità di grassi è solamente pari a 3 grammi.

Il motivo è semplice, in quanto all’incremento della velocità aumenta il consumo di carboidrati, magari con lo spiacevole aumento dell’appetito e conseguente ricerca di cibo.

Lo studio condotto dal dott. Maffeis dimostra solamente che un’attività aerobica di bassa intensità è più efficace nel bruciare più grassi.

La cosa importante è sicuramente la costanza. Va bene camminare  lentamente a 4 Km all’ora per bruciare più grassi, ma bisogna farlo ogni giorno. Ovviamente ogni altro sport va bene, anzi è consigliato, purché venga svolto con regolarità.

L’attività fisica regolare, come ribadito dal dott. Maffeis, è indicata per tutte le persone sovrappeso, non importa che sia una camminata, una corsa o delle vasche in piscina.

L’importanza dell’attività fisica e di uno stile di vita attivo è fondamentale sia nella fase di perdita di peso che nel mantenimento, anche perché l’ossidazione degli acidi grassi dopo il calo ponderale è deficitaria e dopo la perdita di peso l’attività fisica andrebbe quindi addirittura incrementata.

Per essere più chiari una persona in dieta dovrebbe camminare almeno 30 minuti al giorno, attività che dovrebbe aumentare a 80 minuti per la fase di mantenimento dell’obiettivo di peso raggiunto.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


uno × = 3